• Home |
  • Trattamento dell’acqua e risparmio

Trattamento dell’acqua e risparmio

  • 24 Aprile 2015

Il trattamento dell’acqua comprende svariati processi che, a seconda delle caratteristiche dell’acqua in ingresso, producono un’acqua in uscita con parametri desiderati.

In parole povere trattiamo l’acqua perché vogliamo essere tranquilli quando beviamo dal nostro rubinetto, vogliamo essere sicuri di non ammalarci e vogliamo sfruttare al meglio e far durare di più le apparecchiature che acquistiamo magari con qualche sacrificio.

C’è un altro punto da non sottovalutare: risparmiamo!

Il trattamento dell’acqua (dove è necessario, naturalmente) è un punto cardine per il risparmio energetico.

Tutte quelle tecnologie più o meno costose volte alla efficienza energetica (caldaie a condensazione, pompe di calore, etc.) vengono compromesse nel momento in cui il fluido che le attraversa non presenta le caratteristiche adeguate.

Uno strato di circa 3 mm di calcare aumenta il consumo energetico di circa il 20%!

Nel 2009 è stata emanata una normativa, il D.p.r. 59/09, che indica il tipo di trattamento da adottare a seconda delle caratteristiche dell’acqua di alimento e dell’impianto installato.

Ogni singolo componente è utile a creare un sistema per perseguire lo scopo del risparmio energetico, di denaro e, non ultimo, salvaguardare l’ambiente.

Spesso la tecnologia adeguata alle nostre esigenze è già alla nostra portata, bisogna solo abbinarla al buon senso e alle buone abitudini.