Legionella: consigli per un’estate sicura

Il rischio di Legionella nei periodi estivi è più elevato poiché l’aumento moderato della temperatura (sotto i 55° C) e l’umidità favoriscono la crescita del batterio e la contaminazione ambientale.

Spesso le conseguenze della Legionella costringono anche a ricoveri in ospedale con conseguenze per la salute che si protraggono per diversi mesi. 

L’invito, quindi, è quello di far controllare e sanificare gli impianti idrici per l’acqua calda sanitaria e di irrigazione, anche quelli privati. Tornare alla vita normale e goderci il piacere di un bagno in piscina o di una giornata alla Spa ora si può.

Chi colpisce la legionella?

Come abbiamo già detto in diversi articoli la Legionella è di un batterio che colpisce soprattutto le persone più anziane, grandi fumatori e persone con broncopneumatie croniche gravi e soprattutto immunodepresse.

E’ importante sapere che la legionella non si trasmette bevendo l’acqua, attraverso gli alimenti o con il contatto personale. La sua trasmissione infatti avviene per inalazione.

Come avviene il contagio

Perché si registrano casi in cui sono tante le persone ad essere contagiate? Il contagio avviene spesso in estate, poiché la temperatura ideale per la proliferazione del batterio è compresa tra i 25 e 45 gradi centigradi.

Il contagio avviene inspirando goccioline di acqua fortemente contaminata, diffusa per esempio dalla tubature idrauliche ad esempio della doccia o più comunemente dagli impianti d’aria condizionata centralizzati.

Consigli utili

  • Pulire i filtri dei rubinetti
  • Lasciare scorrere l’acqua dai rubinetti, specie al rientro dalle vacanze o in camper e roulotte dopo i periodi di inutilizzo
  • Stare lontani da fonti di acqua vaporizzata, come impianti di irrigazione automatici o fontane
  • Non lasciare acqua stagnante, prestando particolare attenzione all’idromassaggio
  • Evitare incrostazioni nelle tubature
  • Effettuare la manutenzione programmata di impianti di condizionamento centralizzati
  • Frequentare piscine termali, altamente frequentate
  • Quando si fanno gli aerosol usare sempre acqua fisiologica o distillata, mai quella del rubinetto

Non a caso negli ultimi anni la probabilità di contrarre la legionella continua ad aumentare.

La tendenza, infatti, è quella di continuare ad aumentare la presenza di impianti d’aria condizionata centralizzati in edifici, dove l’affluenza di persone è elevata, quali centri commerciali, alberghi, uffici pubblici, ecc. 

Pochi sanno che la lotta efficace contro il batterio della legionella passa attraverso l’impiego di condizionanti chimici specifici, trattamenti di addolcimento e sistemi di filtrazione studiati ad hoc per ogni tipo di impianto. Oltre a redigere un protocollo di analisi del rischio.

CONTATTACI PER UNA CONSULENZA PERSONALIZZATA >

Share: Facebook, Twitter, Linkedin